lunedì 30 marzo 2009

Tormentoni


Stamattina a casa Gatto si sono svegliati con i tormentoni... ed è colpa loro se citandomi un "manamanà" mi sia venuto in mente un altro tormentone della mia infanzia che adoravo...


Beccatevi questo:


 



E per fortuna che esistono San Google o Santo Youtube che possono dare risposta immediata ai tormentoni


 


mercoledì 25 marzo 2009

Quando gli umani dormono...


O comunque sono in bagno a farsi barba, doccia, ecc ecc di prima mattina... e le strade sono in mano ai... felini... secondo voi cosa succede???


Orbene (wow, mai usata prima dora questa parola!), oggi ho saputo cosa accade in quel della mia strada quando è umanamente deserta!!


Ho tirato su la tapparella della sala mezzora prima del mio solito e ho potuto assistere ad una scena che meritava la telecamera... rido ancora al pensiero.


La casa davanti alla mia, come poi la mia ha le cancellate con le "colonne" di mattoni quadrate e piatte in cima, alte tipo un 2 metri. con un "ripiano" in cima che sarà si e no un quadrato di 20 cm di lato...


Bene, su una di queste colonne stamattina cera il gatto Morgan. E fino a qui niente di strano, lui adora controllare il mondo da posizioni aeree, peraltro molto rare nella mia strada.


La cosa fantastica è ciò che lui stava facendo su quella colonna: stava giocando ad acchiapparsi la coda!!! Lui il gatto serio per eccellenza, quello "mi spezzo ma non mi piego", proprio lui girava su se stesso con la gioia di un gattino che ha appena scoperto di avere una lunga appendice dietro alle zampe posteriori con cui giocare nei momenti in cui non cè altro di utile a disposizione.


Sono rimasta a ridere dietro al vetro guardandolo qualche momento: lui continuava a giocare felice e... giocondo...


Mitico!


martedì 24 marzo 2009

Rapida puntata in profumeria...


Capita di essere sotto "scadenza" per alcuni regali di compleanno, così opto per un classico del genere "non so cosa regalare, quindi vado qui e mi faccio consigliare": la profumeria!!


Il regalo è scelto in quattro e quattrotto (e speriamo che la cosa piaccia... sono sempre un po in ansia quando vado così in "corner" con le scelte).


Ma il bello è "essere in profumeria", un luogo dove io non vado mai, così sono sicura di non perdermici, perchè questo è: un luogo di perdizione!


Sono brava, mentre mi viene fatto il pacchetto giro poco... ma intanto il primo danno è fatto: un "regalo" anche per me ci scappa subito... e mi fermo perchè il bilancio mensile è già gravemente in perdita e 16 euro sono il massimo che mi devo permettere di concedermi!!!


Ma ovviamente ho allungato la lista dei desideri personale di un paio, per non dire di 4 profumi dagli aromi stupendi: grazie al cielo i profumi ci mettono tanto a consumarsi e casa è già ben fornita, quindi ho potuto salutarli senza quella sensazione "oh mamma oh mamma come mi spiace lasciarli qui!!!" tanto sgradevole da provare, soprattutto quando dallaltra parte cè il neurone "economo" che si sgola a ricordarti quante cavoli di bollette e quanti conti stai pagando in questo mese di marzo che sembra unemorragia di denari...


Ma questo è passato... poi è arrivato il momento "che bello che bello che bello!!!": quello dei campioncini omaggio!!!


La profumeria dove vado è sempre generosa e oggi la commessa mi ha pure chiesto cosa preferivo, un invito a nozze, ma... ops... cosa preferisco???


Momento di "vuoto"... un po come un bambino nel negozio di caramelle a cui viene detto "puoi prenderne solo una: scegli"... che scegli???


La commessa mi direziona "ti vanno bene i profumi?". SI!! PERFETTO!!!


E così ora ho una bella montagnola di campioncini di profumo da poter annusare e con cui deliziarmi da domani in avanti... Si, da domani, perchè per ora laroma di Iris dellOccitaine che mi ha spruzzato su un polso la fa da padrone e non me la sento di snasare altre robe per non correre il rischio di nausearmi senza motivo.


Il campioncino omaggio ha la fantastica dote di elettrizzarmi, neanche mi avessero regalato chissà cosa. Magari finisce che non lo uso neanche, magari finisce che mi ruzzolerà in un cassetto per un mese, una stagione o anche più...


Ma è divertente spulciare in mezzo a questi piccoli flaconi o bustine di robe che se tutto va bene non potrò permettermi neanche tra 10 anni, soprattutto non potrò mai avere una tale varietà dei fratelli più grandi e a pagamento.


Non so... è come un sentirmi vagamente ripagata della superspesa che comunque sto facendo (oggi come poi le altre volte, perchè quando entri in certi posti difficilmente te la cavi a buon prezzo... per quello cè il supermercato!): sono consapevole che è ridicolo eppure sono felice di avere tanti "giochini" per le mani.


Ma si cresce mai?


meg... hai in mente il discorso che facevamo su questo e quellaltro?


cavoli! siamo in 15 qua dentro, di lavoro ne parliamo a tutte le ore e ne parlo con tutte e largomento magari è sempre quello... NO non ho in mente... un indizio???


a volte mi sembra di essere ad un quiz, non al lavoro.


lunedì 23 marzo 2009

quando ti prende il solletico alla punta della lingua e diresti


"TE LAVEVO DETTO IOOOOOO!!!"


a ripetizione, ma A RIPETIZIONE!!! ma il rispetto ti impone di non farlo più di... 3 volte ...


domenica 22 marzo 2009

Il pranzo della domenica


In molte case è un rito. Lo era anche a casa mia fino a che tutti abitavamo sotto lo stesso tetto: lunico pranzo della settimana in cui si era tutti insieme, poi ognuno è andato per la sua strada...


Io qui da sola non è che mi senta spesso la voglia di organizzarmi un pranzo fatto per il verso... spignattare per sè stessi è alquanto noioso... così finisce che il pranzo domenicale è né più né meno un pranzo qualunque. Anzi, a volte mi scoccia pure impazzire visto che magari essendo lunico giorno in cui sono a casa sto già impazzendo dietro ai panni e ad altre seimila cosette e finisce per essere un pranzo peggio di quelli della settimana lavorativa.


Oggi no! Oggi ho preso su la mia mamma, ho recuperato per strada gli zii e via! SCAMPAGNATA!!!


Siamo andati a Casola Valsenio: io dovevo farci una puntata per parlare con lagriturismo per una cosa che sto organizzando... ma... visto che lì si mangia bene, perchè non farci un bel pranzo domenicale diverso dal solito?


La giornata era perfetta: sole, caldino primaverile, poco traffico... peccato che la primavera sia ancora agli esordi, quindi  le colline sono ancora spoglie. Ma che gioia passare a fianco dei frutteti che si stanno vestendo a festa di bianco o rosa! O i cespugli gialli che danno una nota allegra ai toni spenti dellinverno che se ne sta andando...


Ho fatto un po di foto oggi... questa è casa mia (se cliccate vedete meglio):



Finalmente una fioritura che fa gioire il cuore! Da diversi anni arrivavano sempre le foglie prima dei fiori e non è certo la stessa cosa...


Allagriturismo ancora non cè molto da fotografare di primaverile... così mi sono sfogata su una viola del pensiero e sulla meridiana...




Ogni tanto ci vogliono queste uscite fuori dal quotidiano... poche ore, poco impazzimento, ma un po di relax per il cervello e 4 chiacchiere con persone a cui vuoi bene!


sabato 21 marzo 2009

Sabato sera...


Ho qui davanti gli ultimi acquisti in DVD che devo ancora guardare...


Stregata dalla Luna


Indovina chi viene a cena?


Molto rumore per nulla


The Commitments


Con quale inizio???


giovedì 19 marzo 2009

Festa del Papà


Ai tempi della scuola si regalavano i classici posaceneri fatti con il das e dipinti di colori sgargianti... io ricordo di aver fatto anche una pipa di das... che bel puzzo che avevano quei materiali, tra vernice e das...


Poi cè la fase contestazione in cui va già bene se fai gli auguri alla mamma... al babbo con il cavolo che ci pensi!!


Poi il mondo prende a girare con altre scadenze in testa e queste sono difficili da ricordare...


Stamattina sono uscita da casa ricordandomelo... prima svolta a sinistra me lo ricordavo, prima svolta a destra con un bel dare la precedenza me lo ricordavo... ma è sopraggiunta unauto un po più veloce del limite di quella strada (30) e nel pensare a guidare ho ben dimenticato la cosa.


Arrivo in ufficio, accendo la macchina del caffè, faccio il caffè per me, per mio padre e laltra mia titolare... parliamo di cose di lavoro... finalmente mi siedo alla mia scrivania finendo di sorbire il mio caffè e... OCCAVOLI!!!


Mi alzo, torno da loro e dico "ho dimenticato una cosa importante!"... lespressione tra il rassegnato e lincavolato che si dipinge sul volto di mio padre è la classica espressione che imposta per le rogne lavorative... "AUGURI PAPA SCUSA, MA ME LO STAVO SCORDANDO!!!"...


Lespressione è cambiata, un po imbarazzata "grazie, oh! Grazie!"


A tutti i papà che passeranno di qua non posso che lasciare questo link... che ho trovato semplicemente emozionante... come augurio per la loro festa.


martedì 17 marzo 2009

Gioie di percorso


Esco di casa e ammiro le premesse della fioritura dei pruni selvatici che abbiamo davanti a casa: sembra davvero che sarà unesplosione di rosa da un giorno allaltro.


Lungo il tragitto, uno sguardo al prato davanti alla Loggetta Lombardesca (per me davanti è quello che ora è il retro... lungo i viali) e invidio i ragazzi stesi sui loro giacconi in mezzo al prato al sole. Lerba a questa stagione è di un verde invitante ed energizzante.


Sulla Rotonda dei Goti guardo i purni selvatici (identici a quelli di casa, ma qui sono tantissimi) che ogni giorno mostrano sempre più lavanzamento dei boccioli... non vedo lora di ammirare la massa rosa: un colpo docchio fantastico ogni volta.


Arrivo in ufficio e un albero da frutto sempre precoce è già unesplosione di bianco fantastica: laltro giorno, allapertura dei primi fiori non ho resistito e con il cellulare ho fatto una foto da mettermi come sfondo nello schermo.


Poco più in là un pesco giapponese ha già i boccioli rosa intenso gonfi: pochi giorni ed esploderanno...


Saranno poche cose, ma queste piccole gioie per gli occhi servono a rendermi di buon umore da qualche mattina a questa parte...


Ogni anno amo la primavera un po di più...



domenica 15 marzo 2009

Primi soli


Bisogna approfittare di ogni raggio! E questa sembra proprio una sdraio per gatti, così non devo sopportare lumidità del terreno... ad una certa età bisogna organizzarsi bene!


Per i più attenti, nella foto non sono sola... cè un altro felino... forse lo vedrete nellimmagine più grande (cliccate su questa qui sotto).


Ciao Leila



venerdì 13 marzo 2009

Status di "fantasymeg" sul messenger di oggi: "in ufficio - velocità di pensiero come quello di un bradipo azzoppato"


Oggi sono decisamente "monorotaia": nel mio cervello ci sta un pensiero alla volta... di più non sono in grado di elaborarne. Lo posso dimostrare con una bellissima telefonata tra me e la mia collega R.:


R. "meg, senti, puoi dire a tuo padre che cè arrivato il sig. Bianchi che ha appuntamento con lui"


meg "si, ora è al cellulare, appena finisce la telefonata glielo dico. R, senti, ti avrei chiamata tra un minuto perchè ho bisogno di farti vedere una cosa che hai impostato male ed è meglio che te lo mostri subito così la prossima volta non dobbiamo riprenderla in mano... scusa... come hai detto che si chiamava il signore che ha appuntamento con mio babbo?"


R. "sig. Bianchi."


meg "grazie, scusa, ma mi ero già dimenticata"


R. "figurati. Tra un po vengo di sopra e ti porto i soldi che ho incassato fino ad ora"


meg "perfetto così preparo il versamento per la banca... ehm... R... comè che si chiama il signore che ha appuntamento con mio padre???"


R. "sig. Bianchi" (leggetelo piano piano ben scandito, perchè R, me lo ha detto un po perplessa... come ad una persona sorda e tarda )


Si è capito che ho dormito poco eh? Cè anche da dire che ho il sedere incollato a questa sedia da 2 settimane week-end compreso, quindi... la stanchezza vuole fortemente essere protagonista...


Dai, domenica dormirò!!! 


giovedì 12 marzo 2009

Sale daspetto e altre burocrazie varie


Questa deve essere la settimana delle sale daspetto per me... 2 "sedute" in 4 giorni è quasi un record, visto che le evito come "attività non gradita".


Lunedì ben 3 ore e mezza per far vedere un occhio gonfio al medico (per fortuna mi sono fatta una sana chiacchierata lunga lunga con unamica fuori dalla sala daspetto godendomi pure la bella giornata primaverile)... oggi moolto meno (massimo 20-25 minuti) per rinnovare la patente...


Che noia fare sala daspetto: se posso mi porto dietro da ricamare, da leggere, insomma: da fare! ma se sei "di passaggio" come oggi (uscita e rientrata in ufficio subitissimo) oppure hai un occhio malmesso come lunedì... finisce che passi il tempo a fissare il vuoto... e il tempo si dilata, diventa eterno, non passa mai... aaaahhhh


Vabbè, adesso per altri 10 anni, alla Motorizzazione piacendo, non devo fare altre file per la patente.


Ma per non farmi mancare niente, appena rientrata in ufficio, appena seduta sulla sedia ho tirato fuori la rubrica telefonica e fissato per martedì prossimo il tagliando-revisione-cambio gomme per la Meriva... incredibile ma vero, ad aprile compie 4 anni e per lei è già tempo di revisioni... e per farmi ricordare che il tempo passa, da ieri la freccia a sinistra fa listerica come a dirmi "cambiamicambiamicambiami o mi fulmino!!".


E quindi... obbediamo!


A fare bene... a voler pietà dei ragazzi dellofficina... sabato potrei anche andare a lavare lauto...


Giuro, dopo la bella bolletta del gas e queste spesucce qui... non ho intenzione di guardare il saldo del mio conto corrente fino al momento in cui non ci sarà laccredito dello stipendio il 5 di aprile!!!


Quanto sarebbe più facile il mondo se cominciassero a vendere lintelligenza!!!

lunedì 9 marzo 2009

Le cose che odio...


Una delle cose che odio di più è mettermi "roba" negli occhi... neanche il mascara posso mettere, perchè appena tocco locchio comincia a piangere...


Pensate se mi tocca usare il collirio 2 volte al giorno... se devo lavare gli occhi 2 mattina e sera con un prodotto omeopatico e il più spesso possibile con un infuso di camomilla????


Bleahhhh...


Almeno speriamo che funzioni così non mi tocca andare dalloculista che poi con gli occhi ci pastrugna anche peggio...


domenica 8 marzo 2009

Opinione personale


Mi spiace, non voglio offendere nessuno, ma io non ce la faccio a festeggiare la Festa della Donna con i "metodi odierni": gioia, colore... e magari pure spogliarelli...


Per me questo è il giorno in cui si ricorda una strage di donne in una fabbrica in cui venivano sfruttate, sottopagate e dove morirono per un incendio a causa della mancanza di ogni sicurezza.


E una festa nata per polemica, per focalizzare lattenzione su un problema.


Oggi stiamo sicuramente meglio: forse i trattamenti non saranno proprio paritari, ma niente a confronto con linizio del ventesimo secolo.


E così si dimentica il "dettaglio" della nascita di questo giorno e si fa baldoria, si pretendono i fiori e via dicendo...


Ognuno è libero di fare ciò che vuole. Come ho detto sopra, la mia è unopinione personale.


Ma scusatemi, non faccio gli auguri a nessuno.


sabato 7 marzo 2009

Grazie Giornalisti!!


Si, Giornalisti con la G maiuscola! Perchè queste notizie sono veramente essenziali... senza di esse penso che non valga la pena alzarsi la mattina...


Certo, è fondamentale per la nostra giornata sapere che Obama in 2 mesi neanche di mandato presidenziale ha la ricrescita di capelli bianchi... come avrei potuto lavorare senza saperlo?


E poi oggi ho un altro "perchè" che dà un senso alla mia giornata: la Franzoni e la Marchi sono nello stesso carcere e ieri nellora daria si sono prese un caffè insieme.


Ora mi sento più informata, ora so davvero ciò che conta della cronaca internazionale e nazionale.


E per fortuna che io non guardo i telegiornali, ma sento solo i radiogiornali, se no avrei pure avuto le immagini di questi grandi avvenimenti...


venerdì 6 marzo 2009

Sbaciucchiamenti


Ricordo, tanti anni fa, lo sfogo di un amico in una certa cerchia di persone... Sbottò di peso dicendo che lui non era abituato a tanta intimità tra le persone, a salutarsi con un "bacio bacio" ogni volta che ci si incontrava, ad abbracciarsi tra amici, a stare così vicini...


Ricordo che mi sentii molto vicina a lui nella sua reazione esagerata: lui disse "noi in Romagna non facciamo così!".


Vero! Noi in Romagna non siamo così "appiccicosi". E per "noi" intendo proprio in un contesto campanilistico al massimo: noi romagnoli da generazioni. Perchè oggi oramai in città non è più il dialetto romagnolo la lingua principale... come in tutte le città italiane le varie ondate di migrazione hanno cambiato le abitudini generali.


Però noi romagnoli siamo persone chiuse, poco espansive, poco propense a frasi melense, a "tesoro, carissima, ciao bellissima, ammmorre"... poco slanciate verso abbracci e baci verso chiunque... in molte famiglie si fa pure fatica ad esprimere il proprio amore con chi ami davvero, figurarsi con gli amici o addirittura "recitare" con i conoscenti.


Si, perchè il bacino al conoscente, mi spiace, ma per me è una recita. La persona che vedo una volta allanno, con la quale non parlo mai, e dalla quale non mi sento legata se non per questioni effimere o poco "sentimentali" come può essere il lavoro... beh, per baciare e abbracciare una persona simile devo proprio "recitare"... niente di più.


E io sono Romagnola al 100% in questo campo: lespansività non è per niente parte del mio carattere.


Salutare qualcuno con un "ciao carissima" è qualcosa di assolutamente fuori dalla mia personalità. Se lo faccio... beh, è molto probabile che stia recitando... oppure mi sto adeguando ad un cliché non mio e me lo si legge in faccia ad un chilometro di distanza...


Figurarsi baciare e abbracciare... idem come sopra: è una cosa riservatissima alle amicizie molto vere e alle rare occasioni in cui mi tocca fare la parte con chi se lo aspetta come cosa normalissima e dovuta...


Perchè penso a queste cose? Perchè mi rendo conto che quando uso le faccine in chat sono molto espansiva: gli emoticons sono più facili da usare... finisci che "baci" e "abbracci" molto più di quanto non faresti mai nella realtà quotidiana...


Eppure, eppure mi sento di dire che alcuni di quei baci e di quegli abbracci sono sentiti, sono baci con lo schiocco, sono abbracci spezzacostole... sono davvero veri.


Internet mi ha aiutato a trovare un maggior numero di persone a cui sentirmi vicina, con cui confidarmi più del mio solito, qualcuno a cui voler bene anche se a distanza...


Eppure mi chiedo... ma se fossero qui, vicino a me, ad un tiro di schioppo di distanza... le abbraccerei sempre queste persone? le bacerei così tanto come mi viene da "scrivere" in chat? sarei poi così tanto "più" espansiva del mio solito?


Ho limpressione che le amicizie a distanza abbiano bisogno di più faccine bacianti e abbraccianti di quanto io sarei mai capace di fare dal vivo... forse è proprio la lontananza che lo richiede... come un maggior bisogno di affermare il sentimento che ci lega...


mercoledì 4 marzo 2009

Fermate il treno, scendo dopo la seconda stella a destra


Avete in mente quei giorni in cui vi sentite neri, neri, ma nerinerineri? Lumore sotto le scarpe, gli acciacchi soliti che rompono, poco sonno smaltito, il cielo grigio e umido che fa più male che bene... le grane in ufficio che si stratificano una sullaltra a rincarare le dosi dei disagi personali...


Ecco, oggi è un giorno così. Non ho voglia di fuggire dallufficio, HO PROPRIO VOGLIA DI SCENDERE DAL TRENO DELLA REALTA E ANDARMENE A ZONZO IN UN BEL PRATO PIENO DI MARGHERITE, CON IL CIELO SERENO, IL SOLE CHE SPLENDE E GLI UCCELLINI CHE CANTANO. Ci potrei pure mettere 2 caprette in sfondo, giusto per rendere la cosa più bucolica...


Proprio una cosa irrealizzabile visto il clima odierno... una vera e propria FAVOLA!


E guarda caso, da stamattina con lumore nero, la parte sognatrice del mio cervello sta elaborando una vacanza a Neuschwanstein, il mio castello dei sogni... mi sa che ogni anno in questo periodo qui, quando ho una giornata "no", il neurone dei viaggi fantastici si attrezza e tira fuori dallo schedario la carta "castello delle favole"...