lunedì 14 luglio 2014

più o meno Kojak

e infine è arrivato il giorno in cui ho chiesto a mio fratello di passare da casa con la macchinetta per tagliare i capelli...

in verità ci pensavo già da un paio di settimane: i pochi capelli che hanno resistito alla mega caduta da "taxolo" (uno dei due elementi che compongono la chemio terapia e che è il colpevole di tutto, a sentire i medici: hai un sintomo? è il taxolo! bastardo che non è altro!!!) stavano sulla testa tutti indimiditi... secchini, senza vita... li guardavi e almeno 10 cadevano dalla paura. ne trovavo sempre tanti nel cuscino, nella bandana... ovunque...

meglio fare piazza pulita, rasatura a zero e via. tanto finché faccio le terapie non c'è rimedio... almeno così se continueranno a cadere non avrò tutta questa moria attorno.

devo dire che prima di iniziare pensavo che l'avrei presa molto male la storia della caduta dei capelli.
invece, a parte il comprensibile shock del giorno in cui passandomi la mano sulla testa me la sono vista venire via piena piena di ciocche... una volta tagliati più corti (3-4 cm circa di lunghezza) la cosa non mi ha dato fastidio più di tanto.

quando sono diventati impresentabili, ci ho messo sopra una bandana.

di bandane ora ne ho di tutti i colori o quasi e la mattina mi tocca pensare a come mi vestirò per scegliere la bandana da abbinare... una novità, io quasi mi vestirei con la prima cosa che spunta dall'armadio senza farmi tante domande... ora ci devo pure prestare attenzione... ma pensa te!

sabato dunque mio fratello è arrivato "armato" di macchinetta. lui, come poi l'altro fratello, è un esperto, causa calvizie incipiente da anni si tiene i capelli alla lunghezza massima di 3 mm... la macchinetta l'ha puntata si e no all'altezza di 1mm...

si è messo lì a gironzolare con il macchinetto sulla mia testa tutto... soddisfatto... "ah, finalmente sei una di noi anche tu! era ora!!!"
"si fratello, ma ricordati che a me ricresceranno!!!!"

che sensazione strana vedermi con tutta la testa rasata! tonda come una palla da bowling... mio padre mi vede mentre passa da casa mia per portarmi su l'acqua da bere ed esclama "se penso che quando sei nata avevi la testa a pera! fa effetto vederti così tonda!"...
alla nascita  mi hanno tirata fuori con la ventosa... la testa a pera era un'inevitabile conseguenza... ma questo era quasi 44 anni fa... nel frattempo si è tondizzata benissimo.

domenica ho mostrato il mio nuovo look all'altro fratello "ma!!! la sua macchinetta taglia così corti??? la voglio anche io!!!" e la moglie "no no! non sei così calvo da doverteli tenere così corti!"

insomma... faccio tendenza, ma pensa te!

io continuo a passarmi la mano sulla testa per sentire i pochi spuntoni irti che crescono lassù... sensazione "grattugia".

finché farò le terapie crescerà robetta così: scarsa, secca, irta... che magari morirà alla prossima terapia.

e come si sente l'aria!! mai sentita così tanta aria girare attorno al mio cervello! ma il cervello è impassibile: rimane discretamente lesso e non reagisce a questa nuova ossigenazione. non ha tantissima voglia di fare di questi tempi... povero lui, ha le sue valide ragioni!!! dai, finirà... poi ci riprendiamo la rivincita su tutto!!!!

mercoledì 9 luglio 2014

iniziative e gruppi su Facebook

oggi... promotion! ogni tanto ci vuole!!!

l'iniziativa di cui da qualche giorno volevo parlarvi è quella di un gruppo creato con il duplice scopo di incentivare le blogger a scrivere più spesso nei propri spazi sul web e nel contempo di stimolare le visite ai blog altrui e i commenti, perché i commenti sono il dialogo con i lettori che stimola il blogger a continuare e quando mancano... piano piano passa la voglia di parlare, perché sembra un monologo senza tanti sbocchi...

così è stato creato il gruppo Piacere di conoscerti! il mio blog è...

grazie a questo gruppo sicuramente più persone stanno leggendo questo mio piccolo muro dove racconto di me e gli altri luoghi del web dove parlo della mia creatività o della mia passione di cucinare.

e anche io sto facendo nuove scoperte, ogni giorno gironzolo per uno o più blog che non conosco e mi beo delle capacità altrui.

mi piace molto questo ritorno a focalizzare il mondo dei blogger. come qualche anno fa, prima che i social network prendessero così tanto il sopravvento sul web!

se siete blogger e siete su Facebook... fateci un pensiero ;-)


e... non credo di averne già parlato qui (se lo avessi fatto, mettete tutto sotto l'etichetta "meg si è fusa davvero il cervello" e portate pazienza!).
da inizio anno uno dei gruppi che avevo creato ormai moltissimi anni fa su Yahoo! si è trasferito su Facebook.
la scelta è stata fatta perché ultimamente i gruppi su Yahoo! erano ingestibili: tante persone non riuscivano più a comunicare nei gruppi, altre ricevevano i messaggi in modo disorganizzato, saltuario ed in modo incomprensibile e via via altri difetti vari ci hanno fatto desistere...

I Topi di Biblioteca si è trasferito su Facebook e da allora ha ripreso vitalità, perché veramente il "luogo" ci stava limitando.

Siamo di nuovo un bel gruppo vitale che si scambia tante informazioni e pareri sulle letture che facciamo.

Rimaniamo topolini di biblioteca con i musetti immersi nei libri!! ;-)

martedì 8 luglio 2014

In costante equilibrio...


... tra la voglia di andare a vivere in un eremo lontano da tutto e da tutti

... e la voglia di aprire cuore e casa a chiunque



martedì 1 luglio 2014

quando una canzone la ami...

ci sono canzoni di cui sei innamorata dal primo giorno che le hai sentite e non c'è storia... anche se qualcuno la denigrasse, anche se tu scoprissi, che so?, tipo che il testo è banale, come capita quando approfondisci magari una lingua straniera... niente potrà toglierti dal cuore la canzone in questione... soprattutto quelle che ti sono arrivate in adolescenza.

oh, si! all'epoca ero una duraniana! non sfegatata, giusto quanto la media delle mie coetanee.

e scommetto che se sfogliassi il blog all'indietro, scoprirei di aver già parlato di questa canzone...

ma oggi mi è tornata in mente, perché in radio è passata una cover. niente da fare... per me l'originale è meglio, anche se la cover era sofisticata e al tempo stesso manteneva molto della canzone originale...

io continuerò a preferire questa versione qui.

e non credo che sia solo perché c'è John Taylor :-P

era ed è proprio una canzone che mi piace!